giovedì 16 luglio 2020

Gianfranco Mozzali terzo settore: Fondazione Guido Venosta aiuta Medici Volontari It...

Gianfranco Mozzali terzo settore: Fondazione Guido Venosta aiuta Medici Volontari It...

riprendo il titolo di un articolo apparso su www.outsidernews.it

Quando vestirsi comode diventa sciatteria. Il caso Manchester
La bagarre come al solito si è scatenata nelle scorse settimane su Facebook, l’arena vera del dibattito contemporaneo. Nei pressi di Manchester, il gestore della filiale locale di una nota catena di supermercati, stufo di veder sfilare tra scaffali e corridoi clienti uscite di casa in fretta e furia, vestite alla bell’e meglio anzi proprio conciate come capita, senza nemmeno essersi tolte di dosso vestaglia, pigiama e pantofole, ha postato sulla pagina Facebook della catena stessa la foto rubata di due ignare signore.
Il messaggio? Non ne posso più. BASTA, a caratteri cubitali. Impossibile dargli torto. In effetti, l’immagine è una visione di sciatteria sconfortante, Le due signore, avvolte in accappatoi di pile, i capelli arruffati, sembrano essersi appena svegliate. Il look è adatto al corridoio di casa, non al supermarket. Eppure, la cultura imperante del confort a tutti i costi e del faccio come mi pare e piace, le ha convinte a non prestare attenzione a nulla, nemmeno al decoro.
In Gran Bretagna a quanto pare va così. Ma, alla faccia della Brexit, la situazione è analoga anche da altre parti, inclusa la nostra magnifica e un tempo elegantissima Italia, e c’é davvero poco da giocarci e da girarti incontro. I tempi gloriosi e dignitosi in cui uomini e donne si vestivano di tutto punto anche solo per fare una scappata dal fruttivendolo, o dal panettiere, sembrano irrimediabilmente tramontati. Oggi tutto ciò a cui si punta è lo stare bene, ovvero comodi, in ogni situazione. Da qui il moltiplicarsi  nefasto di leggings, di tute e di tutto quanto il resto, mescolato come capita. Non è nemmeno grunge, ovvero di look di protesta: è solo pigrizia, che poi è l’anticamera della decadenza di cultura e buona creanza.
A levar gli scudi contro la sciatteria che dilaga inarrestabile si rischia forse di suonare un po’ vecchi e anacronistici, un po’ come il direttore del supermercato di Manchester. Però non si può non farlo: ne va davvero di usi e costumi che ci hanno salvato per decenni dall’abbrutimento. Quel che non può la cultura, comunque, farà lo specchio: vi siete mai guardate da dietro, con i pantaloni della tuta?

lunedì 13 luglio 2020

articolo del sito UOMINI E BUSINESS


https://www.uominiebusiness.it/default.aspx?c=640&a=28588&tag=A-Milano-le-sfilate-vanno-online

A MILANO LE SFILATE VANNO ONLINE

Camera Nazionale della Moda annuncia la prima digital fashion week, dal 14 al 17 luglio. 
di REDAZIONE | 
La moda italiana post Covid-19 cerca nuove strade per affermarsi e mantenere il legame con il suo pubblico. Per la prima volta nella sua storia, la Camera Nazionale della Moda Italiana lancia la Milano Digital Fashion Week: quattro giorni di appuntamenti live fruibili 24 ore su 24 su una piattaforma web, coprendo diversi fusi orari, compreso quello americano grazie alla testata internazionale The New York Times, streaming partner ufficiale dell’iniziativa.

venerdì 25 gennaio 2019

Investire in diamanti

Investire in diamanti
RUBRICHE >> Economia >> Investire in diamanti
Investire in diamanti? perchè in diamanti e non in altre pietre preziose? Non conosco il mercato a chi posso rivolgermi? Avrei anche da valutare e verificare altri gioielli con diamanti.
Tutte queste domande sorgono spontanee a ciascuno di noi, che non ha una conoscenza del mondo dei gioielli e delle pietre preziose ed in particolare dei diamanti. Il mondo dei preziosi è vasto e affascinate, basti pensare a certi gioielli indossati da persone famose nello star system del cinema, della moda, ma su tutti è il diamante che esercita maggior fascino ed interesse. Il diamante è accettato e riconosciuto a livello internazionale come bene di valore ed è per questo motivo che è considerato anche un bene d'investimento.
A questo punto, dobbiamo informarci meglio su questo mercato, prima online ad esempio sul sito Bancodiamanti.com, e in seguito recarvi presso il negozio per richiedere informazioni più dettagliate in merito ad un acquisto o nel caso in cui possediamo dei gioielli e dei diamanti e vogliamo saperne il valore.
Gli operatori presenti sul mercato sono tanti e anche molto diversi, si va dalla banca al negozio del compro oro, pertanto le informazioni che riceveremo possono essere anche molto differenti. Visto però l'importanza dell'investimento, dobbiamo rivolgerci a degli specialisti seri e competenti, che devono assisterci e spiegarci i pro e contro di un diamante sia come investimento che come gioiello.
Pertanto è preferibile rivolgerci ad un operatore che abbia una referenziata, stabile e ben dimensionata organizzazione, con un team di specialisti, dove creare un rapporto di fiducia, in modo da poterci garantire assistenza continuativa nel tempo. Il rapporto di consulenza non si limiterà a fornirci l'andamento del mercato e la valutazione aggiornata nel tempo, ma potrete usufruire di assistenza nel caso di rivendita e disinvestimento, valutando anche le nuove esigenze di acquistare altri tipi di diamanti.
Per riepilogare l'operatore deve essere serio e competente, conosciuto dal mercato perchè opera da tempo e deve avere una dimensione ed organizzazione che possa metterci in una posizione di "comfort", per poter effettuare al meglio le nostre scelte.

domenica 18 novembre 2018

Book City, Mirror Mirror è polo tematico

www.mirrormirror.it/a-book-city-mirror-mirror-e-polo-tematico

A Book City, Mirror Mirror è polo tematico


Presentato oggi il programma completo di BCM18 e Mirror Mirror è stato eletto “polo tematico” del #nolodistrict.

Questa mattina, alle 11:00, si è aperta ufficialmente la nuova avventura di Book City Milano 2018, una grande kermesse voluta dalComune di Milano e dall’Associazione BookCity Milano, dedicata al libro ed ai suoi protagonisti. Per la seconda volta, da quando la Libreria Covo della Ladra ha aperto le sue porte, abbiamo il piacere di presentare a programma un insieme di eventi e iniziative che partono dal libro che tracciare nuovi percorsi di lettura e nuova esperienze. Per la prima volta. però, Book City ha scelto un nostro programma per eleggerlo “polo tematico” all’interno della programmazione di più di 1300 eventi.
Una piccola conquista che per noi è un po’ come il primo passo dell’uomo sulla luna. Perchè in un momento storico in cui di “libri non si campa”, il nostro intento di “spacciare cultura” appena ci è possibile, ci sta dando dei frutti davvero inaspettati. Sarà vero che le persone non leggono, ma è anche vero che le storie e le trame che possono nascere da una semplice pagina di un libro, possono essere infinite e attrarre interesse e partecipazione. 
Noi, quest’anno, ci proviamo così. Da oggi il programma completo di Book City lo trovate qui >> https://www.bookcitymilano.it/eventi
Quello di Mirror Mirror, invece, potete continuare a seguirlo da questo sito e dalla pagina facebook della Libreria e di Mirror Mirror
Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato. Siete pronti per una nuova dimensione di lettura?

domenica 21 ottobre 2018

MANUAL MENTE il profit incontra il no profit




MANUAL MENTE è un termine preciso e ambiguo.

Preciso perché indica le cose fatte a mano.
L’ambiguità, per chi la coglie, è in quel leggero stacco tra manual e mente per suggerire che oltre all’abilità del fine facitore c’è una testa impegnata a collaborare.

Ecco, questo è il senso che abbiamo dato alla nostra voglia di fare. Siamo un gruppo di signore, e alcuni signori, che trascorrono molto tempo dell’anno in campagna, fra il pavese e il piacentino, e amano ritrovarsi per dar spazio alla loro fantasia, creatività, un po’ di tecnica e al piacere di stare assieme. E così realizziamo cose di sartoria ma anche oggetti di qualsiasi genere, sui quali applichiamo l’etichetta MANUAL MENTE, per farci riconoscere.





domenica 29 luglio 2018

Mirrormirror


mirrormirror, è una nuova iniziativa imprenditoriale, dove il profit incontra il no profit, mirrormirror  durante Bookcity promuoverà una serie di eventi ed incontri
 mirrormirror  è partito ora con un crowfunding che offre diversi e particolari rewards.
Mirrormirror è una start up che viene sviluppata da un team che sta già lavorando insieme su un progetto nel sociale dal nome “viapadova la strada che unisce“, finanziato attraverso il bando del volontariato 2018 da Fondazione Cariplo  e dalla Regone Lombardia.

MIRROR MIRROR è una mappa concettuale in grado di coinvolgere più tematiche, più location, più tipologie di incontri e più attori.

Un’organismo vivo che si alimenta con gli interessi dei partecipanti e il coinvolgimento del quartiere e dei luoghi deputati al suo svolgere.
Un programma di eventi, incontri e dibattiti che coinvolgono realtà qualificate e specializzate, come case editrici, studiosi e ricercatori, ma anche la collettività, il quartiere, gli studenti, i lettori.
Uno strumento di pensiero che non è solo evento ma base per nuove connessioni, riflessioni, “punti di vista
Questa iniziativa dimostra che se ci sono gli ingredienti giusti si possono avviare progetti interessanti